Collegati con noi

Singoli

“Luci Spente”: ecco il nuovo singolo di Simone Pastore

Pubblicata

il

NAPOLI – Esce OGGI su tutti i digital store LUCI SPENTE, il nuovo singolo di SIMONE PASTORE, pubblicato dall’etichetta discografica HYDRA MUSIC. Dopo il successo del brano ALI NEL VENTO, il cantautore torna “sul pezzo” con una canzone ricca di emozioni in cui immagini e parole si confondono, fino a colpire il cuore dell’ascoltatore. Il nuovo singolo di Simone incarna perfettamente quello che la musica sa fare: far incontrare le anime anche se le luci sono spente, fino a riconoscersi e sentirsi, inevitabilmente, l’una nell’altra. Due destini, che tra aneddoti di vita quotidiana, gesti irrazionali si intrecciano e, nonostante il corso del tempo possa cambiare le carte in gioco, restano comunque nei più sinceri “per sempre”, proprio come un fermoimmagine.

INTERVISTA A SIMONE PASTORE, AUTORE DEL SINGOLO “LUCI SPENTE”

“È una canzone ispirata, alla quale ho rivolto tutto me stesso”: Come nasce Luci spente?

Luci spente nasce per caso. Ero al pianoforte a preparare tutt’altro, ma all’improvviso si è accesa una luce ascoltando una sequenza di note e in meno di un’ora è nata la musica di questo brano. A fine composizione ero seduto di fronte al pianoforte guardavo i tasti e sorridevo, ero felice. Questo è la musica. Insomma, così è nata “Luci spente”, una canzone che racconta di stati d’animo, di ansie e nostalgie, di rimpianti e di rassegnazioni. Non è una storia, è tante storie.

Mi sono perso dentro un deserto// ma il mondo lo vedo nei tuoi occhi//: il deserto cosa rappresenta? Gli occhi sono l’approdo?

Il deserto è un luogo senza punti di riferimento, è il concetto di disorientamento. Gli occhi sono la speranza, sono il gancio in mezzo al cielo, il posto in cui l’amore disarmato si concede senza più pudore.

L’amore tema centrale del brano: qual è la tua visione a proposito?

La mia visione sull’amore? Beh, d’amore si è scritto e cantato moltissimo, ma credo che in fondo neanche noi sappiamo bene cosa sia, anzi ne scriviamo tanto proprio per questo motivo. Siamo come i cani che ululano alla luna perché non sanno cos’è.

La tua canzone, come anche “Ali nel vento”, è molto crepuscolare, fa caso alle piccole cose. Cosa ne pensi a proposito?

Sono d’accordo. In un mondo così fugace ci rifugiamo nelle piccole cose, nei piccoli gesti che a parere mio sono il sale della vita e ovviamente influenzano il mio modo di scrivere, che se dovessi descrivere con un esempio pratico lo farei con una macchina fotografica. È come se mentre scrivessi i miei testi lo facessi con un teleobiettivo proprio su ogni singolo dettaglio e non con un grandangolo che fotografa una più ampia visione.

Una melodia che ti entra dentro, nel cuore. In che genere potremmo identificare questo singolo?

Credo che le canzoni non siano collocabili a tavolino, ognuna prende una strada. Comunque, è una canzone che nasce pop, ma che ovviamente si rifà a sonorità attuali senza l’intenzione di allontanarsi dalla tradizione della musica leggera.

Spesso il titolo delle tue canzoni è sempre una frase che viene citata massimo una/due volte in tutto il brano. Perché?

Vero! soprattutto in “luci spente” c’è solo una volta nel testo e per di più nella parte finale del brano. Mah, non so se è una coincidenza o meno; sinceramente il titolo lo scelgo ad istinto e per entrambi i brani ho deciso senza pensarci troppo.

Cosa ti aspetti da questo nuovo singolo?

Non mi prefiggo obiettivi, spero solo venga apprezzato il brano e che gli si dia il giusto tempo d’ascolto che purtroppo di questi tempi la musica si ascolta troppo spesso frettolosamente.

Continua a leggere

Singoli

“La Cura”, rivisitazione del capolavoro di Battiato composta e interpretata da Federico Mecozzi

Pubblicata

il

Da

Dal 15 ottobre è disponibile su tutte le piattaforme di streaming “LA CURA”, un’emozionante rivisitazione del capolavoro di Franco Battiato composta e interpretata da FEDERICO MECOZZI. Seguiranno con cadenza settimanale le pubblicazioni in digitale delle rivisitazioni contenute in “EXPLORATIONS”, progetto musicale già presente in formato video sul canale YouTube ufficiale di Federico Mecozzi.

«Faccio fatica a descrivere lucidamente la mia devozione per Battiato – spiega Mecozzi – È sempre stato per me un faro, una luce altissima e irraggiungibile, ma allo stesso tempo palpabile attraverso l’intensità della sua musica. Anche se potrà apparire ad alcuni l’ennesimo omaggio all’artista scomparso, questa versione de “La cura” è un modo per restituire umilmente la mia dichiarazione d’amore, e di gratitudine, verso Franco Battiato»

E’ proprio da questa profonda devozione di Federico Mecozzi per il Maestro che è nata la sua personale rivisitazione di uno dei suoi brani più iconici ed emozionanti, “La cura”.

A questa release inedita seguirà la pubblicazione in digitale dei brani racchiusi in “Explorations”, una raccolta di rivisitazioni con cui Mecozzi propone una personale esplorazione in chiave strumentale delle canzoni pop che più hanno segnato il suo percorso artistico e umano nel corso degli anni. Il progetto – già presente su YouTube – vedrà la pubblicazione dei singoli brani che ne fanno parte a cadenza settimanale.

Di seguito le date delle singole releases:

22 ottobre – “SAVE A PRAYER”
29 ottobre – “CHANDELIER”
5 novembre – “ENJOY THE SILENCE”
12 novembre – “BLUE”
19 novembre – “FROZEN”
26 novembre – “WUTHERING HEIGHTS”
3 dicembre – “CARIBBEAN BLUE”

Guarda gli episodi di “Explorations” su YouTube.

Biografia

Federico Mecozzi nasce a Rimini nel 1992. La predisposizione e l’approccio con la musica sono precoci: all’età di sei anni inizia a suonare la chitarra, di cui si serve fin da subito per scrivere canzoni. Partecipa giovanissimo ad alcuni prestigiosi concorsi cantautoriali, ottenendo notevoli risultati. A 12 anni intraprende il percorso accademico presso l’Istituto Musicale “G. Lettimi” di Rimini, dove studia violino sotto la guida del M° Domenico Colaci e, pochi anni dopo, intraprende gli studi di direzione d’orchestra guidato dal M° Gianluca Gardini; partecipa in seguito a corsi di perfezionamento nell’ambito della direzione sotto la guida del M° Piero Bellugi. Oltre all’intensa attività concertistica, si dedica da anni alla composizione e all’arrangiamento nell’ambito della musica leggera (pop), classica contemporanea e minimalista. Interpreta, inoltre, musica celtica e folklorica (della tradizione bretone, irlandese e scozzese). Polistrumentista, a partire dal 2009 collabora stabilmente con il celebre compositore e pianista Ludovico Einaudi, che affianca tuttora dal vivo in lunghe tournée nei più prestigiosi teatri e arene del mondo oltre che nella realizzazione dei dischi come musicista e assistente musicale. In studio di registrazione ha lavorato anche con e per Pacifico, Angelo Branduardi, Blonde Redhead, Remo Anzovino, Filippo Graziani, Andrea Mingardi. Negli ultimi due anni, ha parallelamente lavorato a “Awakening”, il suo primo album da solista (come violinista, compositore, polistrumentista), disponibile dal 25 gennaio 2019. Inoltre, è stato il più giovane direttore d’orchestra del Festival di Sanremo 2019 e uno dei più giovani di tutti i tempi. Ha diretto sul palco dell’Ariston l’orchestra di Sanremo nell’esecuzione del brano “Nonno Hollywood”, del cantautore Enrico Nigiotti, in gara fra i big dopo il successo a X Factor.

Sito Ufficiale | Facebook | Instagram

RED&BLUE MUSIC RELATIONS
www.redblue.it – info@redblue.it

Fb: RedBlueMusic 

Ig: redblue_musicrelations 

Tw: RedBlue_Music

Continua a leggere

Singoli

Ecco Gioia con il nuovo singolo “Un po'”

Pubblicata

il

Da

Dal 1° ottobre è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “UN PO’” (BIT Records), nuovo singolo di GIOIA.

UN PO’”, ultimo brano di GIOIA, parla di una ragazza innamorata al punto che smania per avere le attenzioni dell’altra persona che, però, non ricambia questo sentimento. Il mood del pezzo è a tratti ironico ed evidenzia come a volte l’amore può farci umiliare, accecandoci e facendoci dimenticare delle cose davvero importanti. Il senso della canzone è che ognuno di noi dovrebbe bastare a se stesso per  trovare un proprio equilibrio e un senso di realizzazione nella vita.

«In ogni mia canzone mi piace raccontare una storia. Alcune sono autobiografiche, altre per niente,  altre ancora contengono sprazzi della mia vita – spiega l’artista – In questo caso, ho scritto “Un po’”  pensando a una persona che non viene del tutto corrisposta nei sentimenti e cerca disperatamente attenzioni da parte dell’altro, anche annullando se stessa, dipendendo da un amore che non esiste. Direi che è capitato a tutti di vivere una situazione del genere. Anche questo è amore».

Pre-salva ora “Un po’”

Biografia

Gioia Precisano nasce nel 1988 ad Ischia, isola campana. Sin da bambina ha sempre amato scrivere e inventare melodie.  Quasi totalmente da autodidatta si è avvicinata alla chitarra e poi all’ukulele con i quali ha composto diverse canzoni, autrice di musica e testi.  Si guadagna da vivere come cantante nel contesto musicale della sua isola. Ha militato in diverse band. Il suo riferimento musicale è sempre stato il cantautorato italiano. Le sue canzoni sono rimaste nel cassetto per tanti anni fino all’incontro con Massimo Buonomo della VaDeMa Music, divenuto il suo agente e Stefano Di Meglio il suo producer musicale. A maggio 2021 è uscito il suo primo singolo “Fratelli” e la bonus track “Mean girl” per l’etichetta BIT Records; il nuovo singolo “Un po’“, sempre per l’etichetta BIT Records, è disponibile in radio e in digitale dal 1° ottobre.

Facebook | Instagram

RED&BLUE MUSIC RELATIONS
www.redblue.it – info@redblue.it

Fb: RedBlueMusic

Ig: redblue_musicrelations

Tw: RedBlue_Music

Continua a leggere

Singoli

Max Elli, “L’equilibrio delle cose” è il suo nuovo singolo!

Pubblicata

il

Da

Dal 1° ottobre è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “L’EQUILIBRIO DELLE COSE” (Greylight Records), nuovo singolo di MAX ELLI.

L’EQUILIBRIO DELLE COSE”: questo il titolo del nuovo brano di MAX ELLI, una canzone che assume i connotati di un dialogo che il protagonista fa con se stesso, un continuo botta e risposta che verte su quanto molto spesso si cerchi l’equilibrio nelle vita facendo riferimento al passato come monito per non rifare gli stessi errori. Il sound del pezzo è il risultato dell’incontro tra synth analogici e intrecci di chitarre, un mix sonoro dalle atmosfere anni ’80.

Spiega Max Elli a proposito del nuovo singolo: «Sono sempre stato un po’ maniaco del controllo. Analizzo e cerco di prevenire i problemi, ma questo a volte fa sì che non riesca a godermi le cose a pieno. Ma, se al posto di cercare l’equilibrio perfetto per non cadere, ci si lasciasse andare e si imparasse a volare?».

Pre-salva ora “L’equilibrio delle cose”.

Biografia

Max Elli è chitarrista, cantante, produttore e songwriter per molti dei più grandi nomi del panorama musicale italiano tra cui: Nek, Cremonini, Jovanotti, Gue Pequeno, Chiara Galiazzo, Mahmood, Tommaso Paradiso, jack Jaselli e tanti altri. Da anni in tour come sideman, calca i palchi più importanti in Italia e nel mondo, tra i quali anche il Circo Massimo per il Live 8 e le olimpiadi di Torino nel 2006, oltre ai tradizionali stadi e palazzetti. È reduce dal tour europeo di Nek conclusosi a gennaio 2020. Oltre alle produzioni discografiche, produce e suona la Title track del film “L’Estate Addosso” di Muccino scritta e interpretata da Jovanotti e Jack Jaselli, ma anche la colonna sonora di Braccialetti Rossi 1 e 2 per la Rai. Come cantautore pubblica nel 2018 l’album “Get The Love You Want” e a dicembre 2020 il singolo “Vivere o Morire”. Insegna presso il CPM di Milano ed è endorser D’Addario e Duesenberg. Preceduto da “Le montagne” (Greylight Records), il nuovo singolo di Max Elli, dal titolo “L’equilibrio delle cose”, è disponibile in radio e in digitale dal 1° ottobre 2021.


Instagram
| Facebook

RED&BLUE MUSIC RELATIONS
www.redblue.it – info@redblue.it

Fb: RedBlueMusic 

Ig: redblue_musicrelations 

Tw: RedBlue_Music

Continua a leggere

Primo Piano