Collegati con noi

Artisti in tour

Vittorio Grigolò: il 7 dicembre tra i protagonisti di “A riveder le stelle” al Teatro alla Scala di Milano

Pubblicata

il

MILANO – A Milano, lunedì 7 dicembre 2020, VITTORIO GRIGÒLO calcherà il palco del Teatro alla Scala in occasione del concerto “A riveder le stelle”. Per la prima volta nella sua storia, sarà un concerto ad aprire la stagione dell’iconico teatro. L’evento è stato annunciato il 25 novembre 2020 dal Sovrintendente e Direttore del teatro Dominique Meyer, dal Direttore Musicale M° Riccardo Chailly, dal Regista Davide Livermore e dall’Amministratore Delegato della Rai Fabrizio Salini.

 

“A riveder le stelle” è la serata di musica e danza con cui il Teatro alla Scala, nonostante la chiusura dei teatri e il perdurare dell’emergenza sanitaria, conferma il suo Sant’Ambrogio grazie alla collaborazione con Rai Cultura, che la trasmetterà su Rai 1, Radio 3 e Raiplay a partire dalle ore 17.00.

 

Un cast d’eccezione composto dalle voci più grandi del nostro tempo sarà a Milano per testimoniare la sua vicinanza a cantanti, ballerini, professori d’orchestra, artisti del coro, tecnici di scena, sarti, scenografi e tutti quei lavoratori colpiti duramente dalla pandemia.

 

«Ricordo ancora la mia prima volta alla Scala, come fosse oggi, quella sensazione di adrenalina che si poteva tagliare con il coltello. Io avevo solo vent’anni e quel palco davanti ai miei occhi, pronto a darti gloria oppure divorarti in un attimo. Oggi, dopo tanti anni e tante stagioni gloriose, mi ritrovo qui pazzo di gioia, a celebrare questo 7 dicembre sotto una luce diversa, una luce di rivalsa, di rinascita. La musica rimane il baluardo della mia vita e fonte di felicità per molte persone che come me non ne possono fare a meno. Sarà un’apertura della Scala diversa, davvero speciale e storica, dove tutti insieme canteremo al mondo “We are the Opera”!» afferma Vittorio Grigòlo.

 

Formato

Si inizia da estratti di opere di Giuseppe Verdi per continuare con Gaetano Donizetti, Giacomo Puccini, Georges Bizet, Jules Massenet, Richard Wagner e Gioachino Rossini, mentre le musiche dei balletti sono di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Davide Dileo, Erik Satie e Giuseppe Verdi.

Le arie d’opera e i momenti di danza saranno collegati e contestualizzati da testi recitati da attori, a significare la continuità tra le arti già indicata dal titolo che riprende “e quindi uscimmo a riveder le stelle”, il celebre verso con cui si chiude l’Inferno della Divina Commedia, nel settecentesimo anniversario della scomparsa di Dante Alighieri.

Grigòlo condividerà il palco con altri artisti che hanno collaborato in passato con il Teatro alla Scala.

Il concerto verrà trasmesso su Rai 1, condotto da Milly Carlucci, a cui si affiancherà per la prima volta Bruno Vespa.

 

Vittorio Grigòlo

Dall’esordio come voce solista nel coro della Cappella Sistina ai ruoli principali di tenore nei più prestigiosi teatri del mondo, la carriera di Vittorio Grigòlo è una storia di talento, passione e dedizione. Esordisce appena tredicenne all’Opera di Roma come pastorello nella Tosca con Luciano Pavarotti. Nel 2000 debutta alla Scala di Milano nel concerto di apertura dell’anno verdiano diretto dal Maestro Riccardo Muti. Nel 2010 debutta al Metropolitan Opera di New York come Rodolfo nella Bohème, ruolo che diventerà uno dei suoi cavalli di battaglia. Da qui la sua carriera cresce esponenzialmente e lo vede esibirsi nei più grandi teatri del mondo, dalla Royal Opera House di Londra all’Opera di Vienna, Parigi e Berlino sotto la direzione di Riccardo Chailly, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Myung-Whun Chung, Daniel Oren, Antonio Pappano, Evelino Pidò e molti altri.

 

Ottiene numerosi premi, tra cui il Premio Caruso (2015), il “Best Tenor” 2011 di L’Opera Magazine per la performance come “Des Grieux” presso la Royal Opera House di Londra (2010), il prestigioso “ECHO Klassik Newcomer of the Year” nel 2011, il Premio Puccini (2016), lo Special Achievement Award della NIAF, il premio per l‘eccezionale contributo all’opera lirica in occasione di Opera News Awards,la“European Border Breakers award” per il suo primo album solista “In the Hands of love” (Polydor).

 

Nel 2010 prende parte alla produzione di Marco Bellocchio, “Rigoletto a Mantova”, film trasmesso dalla RAI in mondovisione. Il 14 luglio 2013 si esibisce nel suggestivo “Concert de Paris” sotto la torre Eiffel, diretto dal Maestro Daniele Gatti, di fronte a più di 200.000 persone. Nel 2017 è co-protagonista nel cortometraggio d’autore “The Good Italian parte III” accanto a Giancarlo Giannini.

 

Numerose le sue incursioni nella musica pop: nel 2015 condivide il palco con Brian May all’Arena di Verona e nel 2016 con Sting, Bruce Springsteen e James Taylor alla Carnegie Hall in occasione del Rainforest Gala. Indimenticabili le sue interpretazioni di “Caruso” di Lucio Dalla, con cui ha condiviso una grande amicizia.

 

Il 2 giugno 2020, in occasione della Festa della Repubblica, interpreta “Il Canto degli Italiani” da una suggestiva Arena di Verona in diretta nazionale su RAI 1 dopo il tradizionale discorso del Presidente Mattarella.

Continua a leggere

Artisti in tour

Niccolò Fabi in concerto al Belvedere di San Leucio

Pubblicata

il

Niccolò Fabi torna in tour questa estate. Lunedì 26 luglio 2021 il cantautore romano si esibirà nel suggestivo scenario del Real Belvedere di San Leucio (Caserta), nell’ambito della rassegna “Estate da Belvedere”. Suoi compagni di viaggio nell’unica tappa in Campania del suo atteso tour prodotto da Magellano Concerti e Ovest saranno Roberto AngeliniPier CorteseAlberto BiancoDaniele “mf coffee” Rossi e Filippo Cornaglia. I biglietti per assistere al concerto del 26 luglio a Caserta, organizzato da Veragency e FastForward Live, sono in vendita sui circuiti Go2 e TicketOne al costo di € 48,00 per il primo settore, € 40,50 per secondo settore e € 34,50 per il terzo settore. Lo spettacolo si terrà in piena sicurezza e nel rispetto della normativa anti-Covid vigente.

Sarà un’occasione per poter rivivere qualcosa che è mancato profondamente in questo ultimo anno. Quello che avviene solo quando musicisti e pubblico fisicamente insieme vivono la gioia di un concerto, creando quella magia capace di sollevare anche solo per due ore i pesi della vita quotidiana.

«Mai come quest’anno è stato difficile organizzare un calendario di concerti. Agenzie e promoter si stanno destreggiando in un settore in grande crisi tra attese di decreti, protocolli sanitari, riduzioni di capienze, coprifuochi e molto altro. Intanto però ci siamo e ripartiamo da qui. Mi rendo conto dei disagi e mi affido alla elasticità e alla comprensione. Vi assicuro che si stanno facendo tutti gli sforzi possibili per risolvere i problemi e per fornire in tempi rapidi tutte le info che mancano. Il dato fondamentale è che questa estate si suonerà. Ancora poche settimane fa molti non ci credevano. Il resto lo risolveremo. Appoggiamoci intanto a questa bella prospettiva. Ci vediamo presto».

Dopo 20 anni di carriera Niccolò Fabi è oggi considerato uno dei più importanti cantautori italiani. 9 dischi di inediti, 2 raccolte ufficiali, 1 progetto sperimentale come produttore, 1 disco di inediti con la super band FabiSilvestriGazzè, 2 Targhe Tenco per “Miglior Disco in Assoluto” (vinte per i suoi ultimi due album). Tanta musica nel suo percorso artistico, tanta sperimentazione e un avvicinamento sempre più evidente alla musica d’oltreoceano. Un percorso incentrato sulla ricerca della libertà espressiva come dimostrano gli ultimi due album pubblicati, “Una somma di piccole cose” (2016) e “Tradizione e tradimento” (2019).

Continua a leggere

Artisti in tour

Scavi Pompei: omaggio ad Ennio Morricone il 24 dicembre su www.pompeiisites.org

Pubblicata

il

POMPEI, Napoli – Le note di Love Theme for Nata, celebre brano della colonna sonora di Nuovo Cinema Paradiso, saranno l’augurio speciale per le festività da parte del Parco archeologico di Pompei, oltre che un omaggio al grande compositore Ennio Morricone. L’esecuzione dal vivo del brano –  a cura di due nomi internazionali della musica jazz contemporanea, Rosario Giuliani al sax e Luciano Biondini alla fisarmonica – è riuscita a sublimare la poesia di un luogo unico quale è Pompei, nella dimensione surreale del momento, e a restituire il senso perfetto dell’armonia che la musica e il patrimonio culturale sono in grado di trasmettere, interagendo e sublimandosi a vicenda.

Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione del Saint Louis College Of Music di Roma.

Il video sarà visibile sul sito istituzionale www.pompeiisites.org e sui social del Parco dal 24 dicembre.

Qui l’anteprima.

Continua a leggere

Artisti in tour

Mecna live in streaming il giorno di Natale dalle Dolomiti a 2250mt di altitudine

Pubblicata

il

MILANO – Venerdì 25 dicembre alle ore 15:30 Mecna si esibirà live in una location d’eccezione: il rifugio Salei (Località Passo Sella, Trento), nella suggestiva cornice delle Dolomiti a 2250 metri di altitudine.
La diretta streaming sarà trasmessa sulla piattaforma di DICE.FM, sono disponibili le prevendite al sito dice.fm/mecna.

Per la prima volta in streaming, la full band di Mecna presenterà dal vivo “Mentre Nessuno Guarda” per uno show imperdibile in cui l’artista eseguirà live i classici del passato, medley e le nuove hit.

L’evento è presentato da Antenna Music Factory con il supporto di APT Val di Fassa.

“Mentre Nessuno Guarda”, è l’ultimo album di Mecna, pubblicato il 16 Ottobre per Virgin / Universal Italia. Il disco ha esordito alla seconda posizione della classifica FIMI ed è stato accolto da un grande successo di pubblico e stampa, consacrando l’artista tra le penne di riferimento del rap d’autore italiano.
Il titolo del disco allude alla ricerca della propria identità, di sapersi vedere senza pressioni esterne, “mentre nessuno guarda”, per riscoprirsi più o meno vulnerabili, più o meno intimi, più o meno soddisfatti. All’interno del disco si ritrovano importanti collaborazioni, scelte con grande attenzione da Mecna per impreziosire alcune tracce, rivelando lati celati di alcuni degli artisti coinvolti: è il caso di Gue Pequeno, in “Punto Debole” e della strofa rappata di Frah Quintale in “Tutto Ok”. E ancora, le collaborazioni con Ernia e Izi, nomi di punta della nuova scena e con Madame, tra le più giovani pro-messe del panorama rap e trap italiano.

MECNA, classe 1987, è una delle voci più importanti della scena rap italiana, capace di raccontarsi in modo intimo e personale attraverso produzioni raffinate, caratterizzate da tappeti elettronici e atmosfere soffuse che unite alla liriche autobiografiche ma mai autoreferenziali creano uno stile inedito e inconfondibile. MECNA è stato la rivelazione della stagione 2012/2013, con il suo album d’esordio “Disco Inverno” (Macro Beats/Audioglobe) che ha conquistato subito i media specializzati, il pubblico Hip Hop e tutta la scena indipendente italiana. Nel gennaio 2015 esce il suo secondo album “Laska” (Macro Beats/Universal Music) che consacra definitivamente il rapper e debutta alla posizione numero 8 della classifica FIMI a cui segue, a gennaio 2017, la pubblicazione di “Lungomare Paranoia” (Macro Beats/A1 Entertainment). A giugno 2018 esce “Blue Karaoke”, lavoro che segna l’ingresso dell’artista nel roster di Virgin Records. 
Nel 2019 pubblica “Neverland”, il quinto album in studio per Virgin Records realizzato in collaborazione con Sick Luke, lavoro che ottiente un grande successo di pubblico e critica e a cui segue un tour che registra numerose date sold out. Ad ottobre 2020 pubblica “Mentre Nessuno Guarda”, l’ultimo album che riscuote un grande successo di pubblico e critica esordendo alla seconda posizione della classifica Fimi/GfK.

Continua a leggere

Primo Piano