Collegati con noi

Cinema

Iniziate le riprese di “Come prima” di Tommy Weber con Francesco Di Leva e Antonio Folletto

Pubblicata

il

NAPOLI – Sono iniziate le riprese di “Come prima” per la regia di Tommy Weber, prodotto da Luciano Stella e Maria Carolina Terzi per Mad Entertainment, da Rosebud Pictures e Alcatraz Films con Rai Cinema.

Dopo i primi giorni di riprese nel Lazio tra la provincia di Frosinone e di Rieti (Fumone, Civitavecchia di Arpino, Casalvieri), la troupe si sposterà da domani a Castel Volturno, a Napoli e sull’isola di Procida per finire in Francia, in Normandia.

Il film, tratto dall’omonima graphic novel del fumettista francese Alfred e già vincitrice del Fauve d’or al Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême, racconta la storia di due fratelli, separati dal tempo e dal loro carattere, e del loro viaggio di ritorno in l’Italia, verso casa, nell’estate del 1956.

Francesco di Leva e Antonio Folletto interpretano rispettivamente Fabio e André.

I due fratelli non si vedono da 15 anni, da quando Fabio ha lasciato la casa della sua famiglia a Procida per combattere al fianco delle camicie nere di Mussolini. Il padre è appena morto. E, da sua ultima volontà, André è andato in Francia a cercare il fratello affinché assista ai funerali.

Inizia un lungo viaggio in macchina per raggiungere l’isola natale, attraverso paesaggi traumatizzati dalla guerra; la stessa guerra che ha separato Fabio e André e offrirà ai due fratelli l’occasione di ravvicinarsi.

“Ho avuto la fortuna di scoprire Come Prima. – Dichiara il regista Tommy Weber – Questo fumetto mi si èimposto come un’opera universale il cui centro narrativo è la riconciliazione, non solo di due fratelli di diversi pensieri e idee politiche, ma di tutti i Paesi d’Europa fuoriusciti dal conflitto mondiale che li aveva straziati, uccisi, dilaniati nel corpo e nella mente. Nel 1956 la guerra è finita da undici anni. Il nostro vecchio mondo ferito si sta reinventando a pieno ritmo, eppure molti sono ancora intrappolati dal trauma della guerra. Come l’Italia e la Francia, queste sorelle latine che hanno combattuto, si sono alleate, si sono battute, anche André e Fabio sono, nonostante tutto, irrimediabilmente legati. Il dopoguerra è il periodo più simbolico e potente per parlare di ricostruzione. E per i nostri eroi si tratta proprio della ricostruzione, della loro fratellanza”.

“Come prima” è realizzato con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Direzione Generale Cinema e con il sostegno della Regione Lazio Avviso pubblico Attrazione produzioni cinematografiche (POR FESR LAZIO 2014-2020) Progetto Cofinanziato dall’Unione Europea.

Continua a leggere

Cinema

Oscar: vince “Nomadland”, all’asciutto l’Italia con la Pausini e “Pinocchio” di Garrone

Pubblicata

il

LOS ANGELES – In una edizione inconsueta della premiazione degli Oscar, non va bene all’Italia. Nessuna statuetta per Laura Pausini ed anxche per  “Pinocchio” di Garrone. L’Oscar per la miglior canzone originale alla 93ma edizione dei premi va a “Fight for You” dal film “Judas and the black Messiah”. Music by H.E.R.e Dernst Emile II; Lyric by H.E.R. e Tiara Thomas. Nessun premio dunque  a Laura Pausini candidata in questa categoria con il brano “Io sì/Seen” per “La vita davanti a sé” di Edoardo Ponti. L’Oscar per il miglior film è andato a a Nomadland di Chloé Zhao. Statuetta per i produttori Frances McDormand,Peter Spears, Mollye Asher,Dan Janvey e Chloé Zhao. A ritirare il premio, oltre la regista, il cast della pellicola, che ha fatto vincere a Chloé Zhao anche per la migliore regia. Il film racconta la comunità nomade che si riprende gli ampi spazi americani intorno a un fuoco o a un mercatino del riciclo.Il premio è stato dedicato alla comunità di nomadi,”alla loro resilienza e gentilezza”. E la stautetta per la miglior attrice protagonista è stata assegnata proprio  Frances McDormand sempre per “Nomadland”. «Non ho parole, la mia voce è la mia spada. Sappiamo che la spada è il nostro lavoro e a me lavorare piace. Grazie per averlo riconosciuto», ha detto ritirando la statuetta, la terza per l’artista 63enne, confermata tre le migliori della sua generazione. Oscar per il migliore attore protagonista a Anthony Hopkins per “The Father Nulla è come sembra”. L’attore non era presente nè collegato, e a ritirare la sua statuetta è stata l’Academy.

Continua a leggere

Cinema

Cristiana Di Mare, una donna in cerca di rivincita nel mediometraggio di Antonio Scardigno

Pubblicata

il

Da

NAPOLI – La donna nel tempo. E’ il titolo del mediometraggio che vedrà tra le protagoniste l’attrice partenopea Cristiana Di Mare. Nel film, la De Mare interpreta una pittrice che firma la faccia del suo compagno, anch’egli artista, per sentirsi più importante di lui. Il mediometraggio, diretto da Antonio Scardigno, è un insieme di scene dove la figura della donna viene valorizzata, prendendosi una rivincita in tutte quelle situazioni nelle quali è stata oggetto di soprusi o considerata sempre in secondo piano. I vari episodi racconteranno storie di donne che riescono ad emergere e si posizionano più in alto dell’altro sesso.

Continua a leggere

Cinema

“Resilienza”, il film sui femminicidi approda sulla piattaforma Chili

Pubblicata

il

Da

NAPOLI – E’ disponibile sulla piattaforma Chili, “Resilienza”, il film dedicato al tema del femminicidio, diretto dal regista partenopeo Antonio Centomani e prodotto dalla Lupa Film di Maria Guerriero, casa di produzione che ha scelto di sposare tematiche legate al mondo femminile, in collaborazione con l’imprenditore Antonio Rubel e Generazione Vincente. Nel cast, oltre alla Guerriero, ci sono Luca Capuano, Lucianna De Falco, Giovanni De Filippis, Claudia Conte, con la partecipazione straordinaria di Antonio Catania. Maria Guerriero, per questo lungometraggio, ha ricevuto il premio Apoxiomeno come miglior attrice e i premi SamPietrino D’Oro e Castelli Romani Film Festival come migliore sceneggiatrice.

Continua a leggere

Primo Piano