Collegati con noi

Cinema & Tv

CortiSonanti 2020, anche Sergio Cammariere in gara al festival internazionale di cortometraggi

Pubblicata

il

NAPOLI – Si terrà dal 21 al 25 dicembre l’undicesima edizione di CortiSonanti il festival internazionale di cortometraggi organizzato dall’associazione culturale AlchemicartS in collaborazione con Step One Productions e Pigtail, il patrocinio di Regione Campania e Comune di Napoli. Il festival CortiSonanti diretto da Mauro Manganiello e Nicola Castaldo non rinuncia alla sua programmazione, nonostante le difficoltà e limitazioni dovute all’emergenza Covid-19, presentando una versione eco-friendly interamente in streaming e in tv.  Oltre ai canali social del festival campano sarà possibile seguire le fasi finali del concorso 2020 anche su Canale Italia, GT Channel e MinformoTv.

Tra gli ospiti che partecipano a questa edizione di CortiSonanti, intervenendo in studio o con contributi video, sono attesi Sergio Cammariere e Fabio Teriaca in concorso con il videoclip “Con te sarò”, il regista israeliano Guy Nattiv, vincitore premio Oscar con “Skin”, Alessandro Haber (in concorso con il cortometraggio “Il Gioco”),  il regista e sceneggiatore Giulio Mastromauro vincitore del David di Donatello per il suo corto “Inverno”, le attrici Alida Baldari Calabria e Olivia Magnani (nipote della grande Anna Magnani), la cantante e attrice Anna Capasso, l’attore Alessio Conte, il pittore e fumettista Walton Zed. E ancora, Pietro De Silva e Alberto Patelli (per “La Volta Buona”), il regista moldavo Ion Sova, autore del docufilm “Feel India”, il fotografo spagnolo e direttore della fotografia Ferran Paredes Rubio, il regista Francesco Tortorella (in gara con “La grande onda”), i registi Gianluca Zonta, Dario Catania e Matteo de Liberato, l’attore Arturo Sepe, i registi Antonio Ruocco e Maddalena Stornaiuolo, vincitori del Nastro d’Argento con il corto “Sufficiente”, Francesco Bellofatto direttore del Procida Film Festival.

In quattro giorni passeranno in rassegna 50 opere selezionate tra le oltre 1300 iscritte alle varie sezioni del festival, provenienti da 70 paesi, selezionate dalla giuria tecnica presieduta da Rosita Marchese. Tutti i corti in concorso sono disponibili per la visione on demand gratuita sulla nuova piattaforma del festival: www.cortisonanti.it. Ai cortometraggi in gara nelle 7 sezioni ufficiali del concorso (corti italiani, corti internazionali, documentari, sport, videoclip, animazione, emergenti) si aggiungono i titoli che partecipano al Social Short web – contest aperto alle votazioni online promosso da Tugheder Marketing – e La cittadella del corto, vetrina dedicata agli istituti scolastici di tutta Italia. Novità assoluta di quest’anno è la sezione “ECOrti”, un instant movie contest per videomaker realizzato in collaborazione con alcune tra le più importanti realtà ambientaliste presenti sul territorio: WWF Napoli, Lega Ambiente Campania, Let’s do it Italy, Fondali Campania, Cleanup, N’sea yet, CSI Gaiola Onlus, Sea Shepherd.

Continua a leggere

Cinema & Tv

Una sigla nuova per “Un Posto al Sole” nel segno della Napoli Capitale

Pubblicata

il

NAPOLI – Tanto amore per Napoli nella nuova sigla della celebre soap “Un posto al sole”. Una lunga sequenza di immagini raffiguranti i luoghi simbolo della città partenopea che, con la ripresa dell’appuntamento quotidiano con le puntate, hanno decretato il successo della nuova parte iniziale della fortunatissima serie. Pur conservando il concept e la musica delle sigle precedenti, nella nuovissima versione le immagini  dei protagonisti di “Un posto al sole” si sovrappongono ad un background sospeso tra la realtà e la fantasia. A comparire alle spalle dei beniamini del pubblico, i panorami e i monumenti della città che si muovono con un effetto tridimensionale come quinte ritagliate di un immaginario palcoscenico. Il risultato ottenuto è una Napoli fantastica, a volte sognante. Non mancano le icone legate alla Partenope che fu, come il pino di Posillipo nella scena finale pur tuttavia senza mai cadere nel tranello dell’oleografico o dello stereotipo. Nonostante le numerosissime scene condensate in poco tempo, la sigla scorre con veloce dinamismo. In circa 40 secondi mostra le location più famose  della città, ma per la prima volta anche siti storici, monumentali e artistici. Tra questi, Il Museo Archeologico, il Museo di Capodimonte, il Teatro di San Carlo, il Chiostro di Sant’ Andrea delle dame, e tra gli altri, il Complesso monumentale di Donnaregina. Una novità, quella della nuova sigla, accolta positivamente dal pubblico sempre più attratto dalla soap più famosa di Italia.

Continua a leggere

Cinema

Scoprir, il cinema iberoamericano in mostra a Roma, Napoli e Palermo

Pubblicata

il

Torna anche quest’anno dopo la pausa forzata dello scorso autunno, Scoprir la mostra del cinema iberoamericano, ideata e promossa dall’Instituto Cervantes. Dal 18 giugno al 10 luglio 2021 in tre città italiane – Roma, Napoli e Palermo – si terrà la nona edizione della rassegna cinematografica a cura di Gianfranco Zicarelli e Jose Cantos, con il pubblico in presenza e in piena sicurezza. Organizzata in collaborazione con le ambasciate in Italia di ArgentinaCileColombia, Ecuador, Guatemala, Honduras, Messico, Panama, Perú, Repubblica Dominicana, Uruguay e il supporto dell’Istituto Italolatinoamericano e di TurEspaña, Scoprir presenta quest’anno 12 opere in lingua originale con sottotitoli in Italiano, in rappresentanza di altrettanti paesi. Un’ampia vetrina che offre al pubblico un panorama multiculturale del mondo ispanoamericano e della sua vivace scena cinematografica, attraverso film in anteprima nazionale e proiezioni speciali.

Ad anticipare questa edizione della mostra del cinema iberoamericano ci sarà l’omaggio a Luis García Berlanga (1921 – 2010), una delle figure più eminenti del cinema spagnolo del XX secolo. Nel centenario della sua nascita, sul canale Vimeo dell’Instituto Cervantes verrà proposto, fino al 27 giugno, un ciclo online con quattro opere del grande cineasta valenzano: “Esa pareja feliz” (1951), “Calabuch” (1956), “Plácido” (1961) e “Patrimonio nacional” (1981).  

El cuento de las comadrejas“, coproduzione Argentina/Spagna diretta dal regista premio Oscar, Juan José Campanella con Graciela Borges, Oscar Martínez e Luis Brandoni è il titolo che inaugura questa edizione di Scoprir. Tra i film presenti in cartellone: “Jaulas” dello spagnolo Nicolás Pacheco, il thriller politico “Araña” (Spider) diretto dal cileno Andrés Wood, la coproduzione Honduras/USA “Un lugar en el Caribe” di Juan Carlos Fanconi, Colours” del regista e sceneggiatore Luis Cepeda e “Las toninas van al Este“, film scritto, diretto e interpretato dagli uruguayani Verónica Perrota e Gonzalo Delgado. Chiuderà la rassegna “The Birders” del regista statunitense Gregg Bleakney, un documentario in stile road movie girato nelle praterie dell’Orinoquia in Colombia – con Diego Calderón e Keith Ladzinski, fotografo di National Geographic – che mostra volatili e specie rare.

Scoprir 2021 avrà luogo negli spazi verdi dell’Instituto Cervantes di Roma, in via di Villa Albani, nel rispetto delle norme anti-Covid vigenti. Da venerdì 18 giugno fino al 10 luglio, sarà possibile assistere alla visione delle 12 pellicole in cartellone, ad accesso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili (prenotazione obbligatoria cenrom@cervantes.es). Dal 21 giugno, invece, le proiezioni avranno luogo anche a Napoli, nella nuova sede dell’Instituto Cervantes in via Chiatamone e a Palermo, presso la Chiesa di Santa Eulalia dei Catalani, in via Argenteria Nuova.

 

Continua a leggere

Cinema & Tv

I giovani de La Ribalta nel cast di Generazione 56k e a Castellammare ripartono le classi di danza

Pubblicata

il

Da

NAPOLI – Sono allievi della scuola La Ribalta di Marianna De Martino alcuni tra i protagonisti della serie Generazione 56k, dal 1 luglio in esclusiva su Netflix. Egidio Mercurio, Azzurra Iacone (nella foto), Emanuel Amita, Catello Buonocore, Nicolò Ambrosio saranno nel cast di questa attesissima serie in streaming con Gianluca Fru e Fabio Balsamo dei Jackal.

La struttura stabiese di Marianna De Martino si conferma ancora una volta come trampolino di lancio per giovani talenti. Un’attività che vede nella sede di Castellammare anche la danza come pezzo fondamentale per la formazione artistica dei ragazzi. Proprio in questi giorni, sono ripartite le classi di danza della Academy con comboclass e lezioni di hip hop, danze urbane e contemporanee, yoga e floowork, in compagnia dei docenti e di alcune guest.

Continua a leggere

Primo Piano