Collegati con noi

Cinema

Amarcort Film Festival, ultima settimana con celebrazione di 5 centenari: Sordi, Valeri, Rodari, Guerra e Fellin

Pubblicata

il

RIMINI – Ultima settimana per Amarcort Film Festival 2020.  L’appuntamento che quest’anno si svolge online chiude con una serie di celebrazioni.  Saranno 5 i centenari che verranno ricordati con appuntamenti ad hoc.

 

Si parte giovedì 10 dicembre con un talk dedicato al centenario di Tonino Guerra. Sarà presentato e proiettato il documentario “Buongiorno, tira il vento”. Ospite il regista Mikheil Mrevlishvili. Il documentario del regista georgiano raccoglie testimonianze di amici e artisti che hanno collaborato con il grande poeta Tonino Guerra,protagonista del lungometraggio con i suoi racconti sul senso della sua arte. 

 

Sempre giovedì, ma alle 20.45, spazio ad un’altra celebrazione: il centenario del poeta e scrittore per l’infanzia Gianni Rodari. Ospiti del talk il regista Enzo D’Alò e Carla Rezza Gianini moglie e collaboratrice di Giulio Gianini.

Gianini regista e maestro dell’animazione italiana insieme a Emanuele Luzzati ha formato dal 1957, la coppia d’oro del cinema d’animazione. A seguire sarà proiettato il corto “Il castello di carte” di Luzzati e Gianini (1962).

 

Sarà invece dedicato alla coppia cinematografica Franca Valeri e Alberto Sordi il talk di venerdì 11 dicembre alle 21. Saranno infatti due i centenari celebrati in questa giornata che vedrà tra gli ospiti del talk:

la collaboratrice storica di Alberto Sordi, Paola Comin; la figlia di Franca Valeri e cantante lirica Stefania Bonfadelli; l’attore teatrale Urbano Barberini e Lino Banfi che conobbe Alberto Sordi nel 1970 sul set del film “Detenuto in attesa di giudizio” di Nanni Loy e ne restò amico fino alla morte.

 

FELLINI DAY

 

“Non poteva mancare nell’anno del centenario il Fellini Day – racconta Simona Meriggi, direttrice di Amarcort Film Festival Il nostro festival, come si evince dal nome nasce sotto il segno di Federico Fellini e anche quest’anno vogliamo dedicare una intera giornata al grande maestro con tre appuntamenti da non perdere”.

 

Sabato 12 dicembre la giornata dedicata a Federico Fellini si aprirà alle 15 con un appuntamento che celebra la collaborazione e l’amicizia tra i due grandi artisti romagnoli.  “Federico e Tonino” sarà il titolo dell’appuntamento che vedrà gli interventi di Lora Guerra, moglie di Tonino Guerra, del poeta e storico del Cinema Miro Gori e del regista e amico di Fellini Gianfranco Angelucci.

 

Alle 17.30 talk dedicato al cortometraggio “La Fellinette” della nipote del regista Francesca Fabbri Fellini.Ospiti: la regista stessa e il cast del film.  La giornata dedicata a Fellini si chiuderà alle 21 con il Premio “Un Felliniano nel Mondo” a Milo Manara.

 

Prima della consegna del Premio a Milo Manara, il grande illustratore sarà intervistato dal giornalista della Rai ed esperto di cinema Vincenzo Mollica.

 

 

PREMIAZIONE CORTI

 

La tredicesima edizione di Amarcort Film Festival si chiuderà domenica 13 dicembre alle 21 con la Premiazione dei vincitori del Concorso.

 

I FINALISTI

 

Solo per il territorio italiano, dal 7 al 13 Dicembre, i cortometraggi finalisti nelle sezioni Amarcort, Aldina, Rex e Fulgor saranno visibili online solo sulla piattaforma OpenDDB.

 

Sarà disponibile alla visione anche una selezione di cortometraggi fuori concorso degli studenti della USC School of Cinematic Arts di Los Angeles.

 

MUSICA, CINEMA E DIRITTI UMANI

 

Sempre attenti alle tematiche che riguardano l’attualità e il mondo dello spettacolo, gli organizzatori del Festival hanno dedicato due focus alla musica ai tempi del coronavirus e alla violenza di genere raccontata attraverso il cinema.

“La musica al tempo del coronavirus” è infatti il titolo del talk che vedrà protagonisti, mercoledì 9 dicembrealle 21, tre importanti personaggi del settore: la cantante Irene Grandi, lo storico collaboratore di Vasco Rossi Diego Spagnoli, il Dj e produttore Niccolò Detti.

 

Mentre venerdì 11 dicembre con la presentazione e proiezione del corto “Reshma” si parlerà di violenza di genere con la regista Livia Alcalde e la produttrice Chiara Nardone. Il cortometraggio si ispira alla storia vera della ragazza indiana Reshma Qureshi, sopravvissuta a un brutale attacco con l’acido e divenuta modella e attivista per i diritti umani.

 

Il festival è online fino al 13 dicembre. Per conoscere tutto il programma: www.amarcort.it

 

Amarcort Film Festival fa parte della Short Film Conference, organizzazione internazionale per la promozione del cortometraggio, è festival promotore e fondatore del network Shortisworth Med Network e ha fondato il sito web di approfondimento sul mondo del cortometraggio www.shortisworth.com.

Per la sua spiccata dimensione internazionale, per il sesto anno consecutivo Amarcort Film Festival riceve l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo.

 

Media partner di Amarcort: Cinematografo e Cinematografo.it, Wonderland RAI4.

 

Amarcort Film Festival è ideato e realizzato da SMArt Academy in collaborazione con: Regione Emilia-Romagna, Comune di Rimini, Zelig Service, Gruppo Hera, Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini,  SGR per la Cultura, Romagna Iniziative, Generali Assicurazioni Agenzia XXIII Settembre Rimini, Riviera Banca, Birra Amarcord, Grand Hotel di Rimini. Media Partners: Link – Rimini da vivere e Corriere Romagna.

Continua a leggere

Cinema

Oscar: vince “Nomadland”, all’asciutto l’Italia con la Pausini e “Pinocchio” di Garrone

Pubblicata

il

LOS ANGELES – In una edizione inconsueta della premiazione degli Oscar, non va bene all’Italia. Nessuna statuetta per Laura Pausini ed anxche per  “Pinocchio” di Garrone. L’Oscar per la miglior canzone originale alla 93ma edizione dei premi va a “Fight for You” dal film “Judas and the black Messiah”. Music by H.E.R.e Dernst Emile II; Lyric by H.E.R. e Tiara Thomas. Nessun premio dunque  a Laura Pausini candidata in questa categoria con il brano “Io sì/Seen” per “La vita davanti a sé” di Edoardo Ponti. L’Oscar per il miglior film è andato a a Nomadland di Chloé Zhao. Statuetta per i produttori Frances McDormand,Peter Spears, Mollye Asher,Dan Janvey e Chloé Zhao. A ritirare il premio, oltre la regista, il cast della pellicola, che ha fatto vincere a Chloé Zhao anche per la migliore regia. Il film racconta la comunità nomade che si riprende gli ampi spazi americani intorno a un fuoco o a un mercatino del riciclo.Il premio è stato dedicato alla comunità di nomadi,”alla loro resilienza e gentilezza”. E la stautetta per la miglior attrice protagonista è stata assegnata proprio  Frances McDormand sempre per “Nomadland”. «Non ho parole, la mia voce è la mia spada. Sappiamo che la spada è il nostro lavoro e a me lavorare piace. Grazie per averlo riconosciuto», ha detto ritirando la statuetta, la terza per l’artista 63enne, confermata tre le migliori della sua generazione. Oscar per il migliore attore protagonista a Anthony Hopkins per “The Father Nulla è come sembra”. L’attore non era presente nè collegato, e a ritirare la sua statuetta è stata l’Academy.

Continua a leggere

Cinema

Cristiana Di Mare, una donna in cerca di rivincita nel mediometraggio di Antonio Scardigno

Pubblicata

il

Da

NAPOLI – La donna nel tempo. E’ il titolo del mediometraggio che vedrà tra le protagoniste l’attrice partenopea Cristiana Di Mare. Nel film, la De Mare interpreta una pittrice che firma la faccia del suo compagno, anch’egli artista, per sentirsi più importante di lui. Il mediometraggio, diretto da Antonio Scardigno, è un insieme di scene dove la figura della donna viene valorizzata, prendendosi una rivincita in tutte quelle situazioni nelle quali è stata oggetto di soprusi o considerata sempre in secondo piano. I vari episodi racconteranno storie di donne che riescono ad emergere e si posizionano più in alto dell’altro sesso.

Continua a leggere

Cinema

“Resilienza”, il film sui femminicidi approda sulla piattaforma Chili

Pubblicata

il

Da

NAPOLI – E’ disponibile sulla piattaforma Chili, “Resilienza”, il film dedicato al tema del femminicidio, diretto dal regista partenopeo Antonio Centomani e prodotto dalla Lupa Film di Maria Guerriero, casa di produzione che ha scelto di sposare tematiche legate al mondo femminile, in collaborazione con l’imprenditore Antonio Rubel e Generazione Vincente. Nel cast, oltre alla Guerriero, ci sono Luca Capuano, Lucianna De Falco, Giovanni De Filippis, Claudia Conte, con la partecipazione straordinaria di Antonio Catania. Maria Guerriero, per questo lungometraggio, ha ricevuto il premio Apoxiomeno come miglior attrice e i premi SamPietrino D’Oro e Castelli Romani Film Festival come migliore sceneggiatrice.

Continua a leggere

Primo Piano